Questa pagina web utilizza cookie. Continuando a navigare in essa, si accetta implicitamente l'utilizzo degli stessi.
Official Web
Free Wi-Fi
La mia prenotazione
Prenotare
Miglior prezzo garantito
PRENOTA ORA
+
Data
camera
Adulti:
Bambini:
2 camera
* sotto i 12 anni
+ Aggiungere camere
Codigo promotionale
Data della prenotazione
Adulti
Bambini*
Camera 1
x
Aggiungere camera
Turismo
Hotel Plaza Santa Lucía
Siviglia
Scopri questa bella città.
Tradizione
Sevilla rappresenta il Sud più intenso d’Europa. Un tempo era la principale via d'accesso per l’America, porto egemonico del commercio transoceanico. Attualmente, senza aver perso la sua prospettiva storica, si presenta come una simbiosi tra tradizione e modernità, con un ruolo da protagonista nello sviluppo economico andaluso grazie alla trasformazione tecnologica iniziata con l'Esposizione Universale del 1992.

La capitale andalusa, con più di 700.000 abitanti, è una città dinamica che combina il suo brillante passato con una forte scommessa per il futuro. Il suo ricco patrimonio storico, unito a un clima favorevole e soprattutto a un carattere aperto e accogliente, la convertono in un centro privilegiato di attrazione turistica.

Più di tremila anni di storia hanno lasciato nella città del Guadalquivir una delle eredità monumentali più importanti al mondo. I numerosi resti risalenti alle diverse civiltà hanno fatto sì che Siviglia, tra tutte le città spagnole, possa vantare il maggior numero di reperti dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall’UNESCO.

Siviglia conserva le vestigia di Fenici, Romani, Visigoti, Arabi e Almohades. Ciascuno di questi popoli ha lasciato l'impronta della propria organizzazione sociale nel tessuto urbano nonché il meglio della propria arte a livello architettonico. Da questa storia millenaria infatti, è sorta un’architettura monumentale di fama mondiale, caratterizzata da una molteplicità di forme che si riflettono in uno stile unico e ineguagliabile.

La parte della città che un tempo era cinta da mura copre un’area di 215 ettari e comprende diversi quartieri. Uno di questi è la tradizionale area commerciale, che i Sivigliani chiamano El Centro. Qui sono presenti diversi conventi di clausura e alcune celebri case-palazzo convertite in musei. Tra i quartieri della parte più antica della città vi sono quello di Santa Cruz e il vecchio quartiere ebraico di San Bartolomé, un vero e proprio labirinto di strade strette e vicoli silenziosi. Infine, sulla riva opposta del Guadalquivir sorge il celebre quartiere di Triana, collegato al resto della città tramite un ponte di ferro costruito durante il regno di Isabella II, che gli diede il suo nome, anche se oggi è conosciuto semplicemente come Ponte di Triana.
Sulle tracce di Bernadette Soubirous
Scopri la storia delle Apparizioni di Lourdes seguendo le tracce di Bernadette Soubirou grazie a un itinerario pedonale accessibile a tutti e gratuito. La sua casa natale, il mulino di Boly. La famiglia Soubirous cade in disgrazia. Durante l’inverno 1857, la famiglia è obbligata a trasferirsi al Cachot (un’antica prigione, fino al 1824), in una sola stanza di 16 16m², buia e fredda, dove vivrà tutta la famiglia, fino all’autunno 1858.

Visiterete quindi il Presbiterio dove viveva l’abate Peyramale. Si tratta dell’abate di Lourdes a cui Bernadette confessò le sue impressioni dopo le apparizioni. In seguito, l’ospizio dove Bernadette curava i malati con le altre sorelle infermiere.